Graffiti online | L’EMIGRAZIONE
15865
single,single-post,postid-15865,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-7.9,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive
 

L’EMIGRAZIONE

20160506_132654

18 Mag L’EMIGRAZIONE

Con la nostra insegnante di storia abbiamo affrontato  il tema dell’emigrazione  che,dopo l’ Unità d’Italia, a causa di una forte crisi economica, ha portato molti italiani  lontano dalla propria patria. Anche  dalla  Valle Peligna partirono  in molti, speranzosi in un futuro più roseo. Alcuni riuscirono a fare fortuna , altri meno; tra questi si colloca la l’ introdacquese  PASCAL D’ANGELO  che , solo dopo la  morte, in povertà,  fu giudicato  un vero talento poetico.

 

Pascal D’Angelo  (Introdacqua19 gennaio 1894 –Brooklyn13 marzo 1932) . È vissuto negli USA ed ha pubblicato poesie sulle più prestigiose riviste letterarie statunitensi e la sua autobiografia ” Son of Italy”: il racconto autobiografico della sua miserevole vita infantile in Italia, della sua condizione di pick and shovel men (uomo del piccone e della pala) negli Stati Uniti e del suo desiderio di essere poeta.

 

In suo onore abbiamo letto ed analizzato, sotto la guida della docente di inglese,  due poesie: “Monte Majella”(tratta da “The nation”) e “Songs of light ” (“Canti di luce” tratta da “The bookman”)  in cui egli descrive con senso nostalgico la sua casa, la sua terra.

 

Come lavoro finale abbiamo realizzato un cartellone riassuntivo delle attività svolte.

 

                                                          Arianna e Federica classe  3 C

nessun commento

Scrivi un commento