Graffiti online | Social answers
15871
single,single-post,postid-15871,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-7.9,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive
 

Social answers

Se-istruzione-e-prevenzione-battono-l-Alzheimer_h_partb

24 Mag Social answers

Noi, Daniele D’Eramo e Maria Natale abbiamo creato il social answers, un progetto nato dall’iniziativa di due giovani ragazzi che hanno deciso di sperimentare emozioni nuove e una maggiore libertà di conoscenza. Ecco perché si è deciso di raggiungere il traguardo delle 63 persone intervistate, una soddisfazione personale e scolastica. Ci siamo impegnati molto in questo progetto. Abbiamo anche acquisito grafici e tabelle per eseguire in modo professionale e scientifico un’indagine statistica. La domanda che più ha suscitato scalpore è stata: “L’Italia è un paese istruito?’’ A questa domanda su 22 soggetti analizzati 8 hanno risposto che si è persa l’identità storica, esclamando che l’Italia è stato un paese di grande prestigio mentre 7 persone hanno risposto che l’Italia non è un Paese molto istruito. Alla domanda “’i prodotti made in Italy sono di qualità?’’ Su 20 soggetti analizzati 12 hanno risposto che i prodotti made in Italy sono i migliori al mondo e che sono di qualità superiore rispetto ad altri prodotti di altre nazioni. 8 invece hanno risposto che il made in China sta influenzando negativamente la produzione italiana. Alla domanda : “la tecnologia ha influenzato positivamente la vita quotidiana?’’ Su 20 soggetti analizzati 12 hanno risposto affermando che la tecnologia è un fondamento della vita quotidiana e che è stato un vero passo in avanti per quanto riguarda il settore terziario, inoltre ha favorito lo sviluppo di nuove tecnologie in campo medico e scientifico. Alcune persone hanno invece esclamato che la tecnologia è stata una rovina per le tradizioni e i giochi che vengono eseguiti in gruppo e all’aria aperta. Abbiamo preso in considerazione aspetti che al giorno d’oggi vengono trascurati dalle persone durante la vita quotidiana. Possiamo quindi dedurre da questa indagine statistica che l’Italia ha perso la propria identità storica-culturale e che la tecnologia è stato un grande passo in avanti per l’umanità e che i prodotti made in Italy sono un motivo di vanto per l’Italia e per l’Europa nel Mondo.

Maria Natale e Daniele D’Eramo della IIC della Scuola Media “Ovidio”

nessun commento

Scrivi un commento