Graffiti online | GUCCI …breve storia di un grande marchio
15994
single,single-post,postid-15994,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-7.9,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive
 

GUCCI …breve storia di un grande marchio

logo-gucci

06 Mag GUCCI …breve storia di un grande marchio

Gucci è un marchio fondato da Guccio Gucci che è diventato la seconda casa di moda al mondo dopo quella Louis Vuitton.

Guccio è un emigrato italiano che, dopo aver lavorato in alcuni hotel di lusso di Parigi e di Londra, nel 1921 torna nella sua Firenze e inizia ad aprire una serie di piccoli negozi che producono articoli di pelletteria, da viaggio e per l’equitazione. Nel 1938 insieme ai suoi figli Aldo, Francesca e Rodolfo apre alcune boutique a Milano e a Roma. E’ proprio negli anni ’40 che nasce la “Borsa Bamboo”, diventata una vera e propria icona e ancora oggi fra le più ricercate: le canne di bambù venivano brunite e curvate secondo una forma molto simile alla sella equestre. Nel 1945 la Gucci diventa S.r.l e inizia ad esportare anche negli Stati Uniti; dopo essersi affermata in Europa, Aldo e Rodolfo nel 1953 aprono il primo punto vendita a New York. Negli anni ’60 viene introdotto il logo con le iniziali GG incrociate. In quello stesso periodo numerose stelle di Hollywood e dello spettacolo iniziano a scegliere gli accessori Gucci: da Audrey Hepburn a Maria Callas a Jackie Kennedy, che indossa la famosa borsa a tracolla che oggi porta il suo nome, “Jackie O”, mentre il classico mocassino con il morsetto entra a far parte della Storia del Costume. A coronare il successo planetario sarà la Principessa Grace Kelly: per lei Gucci inventò la famosa sciarpa in seta a motivi floreali che prenderà il nome di Flora. Nel 2011 per celebrare il novantesimo anniversario dalla fondazione del marchio, è stato allestito il “Gucci Museo” affacciato su Piazza della Signora a Firenze, una tappa imperdibile per toccare da vicino questo meraviglioso mondo. Gucci è da sempre un’azienda molto attiva anche nel campo della solidarietà. Nel febbraio 2013 la società ha lanciato infatti il “Chime for Change”, un’organizzazione benefica che sostiene la campagna globale contro la violenza sulle donne. Inoltre Gucci ha dal 2005 un partenariato particolare con l’UNICEF, a cui dona periodicamente una percentuale dei suoi ricavi. La campagna annuale UNICEF sostiene l’educazione e la salute, la lotta alla fame e diversi programmi di prevenzione alle malattie e alla pulizia dell’acqua per orfani e bambini affetti da HIV e AIDS nell’Africa Sub-Sahariana.

06

nessun commento

Scrivi un commento