Graffiti online | La Giostra Cavalleresca …un appuntamento annuale tanto atteso in città
16001
single,single-post,postid-16001,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-7.9,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive
 

La Giostra Cavalleresca …un appuntamento annuale tanto atteso in città

giostra

06 Mag La Giostra Cavalleresca …un appuntamento annuale tanto atteso in città

Manca poco ad uno degli avvenimenti più attesi ed importanti per la città di Sulmona: la Giostra Cavalleresca. Essa è una rievocazione storica di epoca rinascimentale di straordinario livello, riproposta in chiave moderna a partire dal 1995, che “riempie” la Città di Sulmona nel periodo che va da Giugno ad Agosto e che vive durante tutto l’anno con l’attività promozionale culturale, aggregativa e formativa dei Borghi e dei Sestieri L’evento si tiene ogni anno durante l’ultimo fine settimana di luglio. Nei giorni precedenti al “Palio”, si assiste ad una magnifica sfilata di circa 500 persone, appartenenti ai vari Borghi e Sestieri che in tutto sono sette: Sestiere Porta Manaresca, Porta Filiamabili, Porta Bonomini, Porta Iapasseri, Borgo San Panfilo, Borgo Pacentrano e Borgo Santa Maria della Tomba. I figuranti indossano splendidi costumi d’epoca: si vedono sfilare dame, nobili, cavalieri, armigeri, capitani: inoltre ci sono gli sbandieratori ed i tamburini che, con la loro esibizione, rallegrano le vie principali della nostra città. Il corteo, dopo aver attraversato Corso Ovidio, arriva sino a Piazza Maggiore (oggi Piazza Garibaldi): qui si svolgono le gare con i cavalli ed i cavalieri provenienti da tutta Italia, i quali si scontrano con la formula del “girone all’italiana  che qualifica i primi quattro alla fase finale dell’eliminazione diretta.
In due giornate I cavalli gareggiano percorrendo un ovale completo in circa 30 secondi, duranti i quali i cavalieri devono infilare gli anelli sistemati in sagome-bersaglio che incontrano lungo il percorso. Il punteggio viene determinato dal numero di “botte” date agli anelli. Terminata la gara, il vincitore del Palio festeggia poi tutta la notte girando per la città inframuraria e visitando i borghi sconfitti in segno di amicizia e rispetto. Il record assoluto è stato raggiunto nel 2009 dal Sestiere di Porta Manaresca con il cavaliere Marco Diafaldi in sella ad “Hermosa”, con un tempo di 28 secondi.

Al complesso delle manifestazioni partecipa moltissimo pubblico (2500 posti in tribuna sempre esauriti). Vi aspettiamo, quindi, numerosi per assistere a questo tanto atteso quanto splendido evento!

 

 Valerio Maya e Presutti Federico 2^F

nessun commento

Scrivi un commento