Graffiti Giornalino online | IL RE LEONE un film da non perdere
16037
single,single-post,postid-16037,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-7.9,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive
 

IL RE LEONE un film da non perdere

il re leone

09 Gen IL RE LEONE un film da non perdere

“Il Re Leone” è uscito nel 2019 e la trama del film è stata scritta da Irene Mecchi; il Paese di produzione sono gli Stati Uniti D’America. Il film parla di Simba, un piccolo leoncino curioso ed energico affascinato dall’idea che diventerà il nuovo sovrano. Mufasa lo accompagna per il regno spiegandogli il Cerchio della Vita, da cui tutto proviene e a cui tutto fa ritorno. In seguito, però, il maggiordomo Zazu, avverte Mufasa che le iene sono entrate nelle Terre del Branco, al che il leone si reca li a combattere e gli ordina  di riportare Simba alla Rupe. Qui il piccolo leoncino incontra Scar: il perfido zio gli rivela l’esistenza del Cimitero degli Elefanti, e Simba, incuriosito, decide di andarci di nascosto con la sua amica Nala. Però i due vengono attaccati dalle iene; per fortuna Zazu avverte Mufasa in tempo e riesce a salvare i due leoncini. Mentre il maggiordomo porta a casa Nala, Mufasa rimprovera Simba, ma subito dopo i due si riappacificano. Gli indica il cielo stellato, spiegandogli che tutti i grandi re del passato li guardano da lassù…Nottetempo, Scar entra nel territorio delle iene, rimproverandole di non essere riuscite ad uccidere i due cuccioli. Quando però il capo delle iene insinua che loro potrebbero divorare lui, Scar propone un piano: uccidere Mufasa per diventare il re e permettere alle iene di entrare nelle Terre del Branco, dove potranno nutrirsi abbondantemente. Il giorno dopo Scar lascia Simba in una gola, dove gli dice che se vorrà rendere orgoglioso suo padre, dovrà allenare il suo ruggito. Lasciato solo il nipote, Scar ordina alle iene di attaccare un’enorme mandria di gnu.  Avvertì Mufasa che scende nella gola e mette in salvo Simba, venendo però trascinato via dalla mandria in fuga; egli poi riesce ad arrampicarsi per una ripida parete della gola, trovando Scar ad aspettarlo in cima. Sfinito, Mufasa implora il fratello di aiutarlo, lui  lo fa precipitare nel burrone dove il leone viene travolto dagli gnu in corsa. Il piccolo Simba raggiunge il padre, ormai morto; in seguito arriva Scar  fingendo di consolare il nipote, per poi accusarlo di aver causato la morte del re e dirgli che nessuno lo accetterà più, intimandogli di fuggire. Tempo dopo, Simba sviene nel deserto e rischia di essere divorato dagli avvoltoi ma viene trovato e salvato da Timon e Pumba, che prendono il cucciolo con loro insegnandogli il motto di “Hakuna  Matata”, per vivere senza pensieri e preoccupazioni. Alcuni anni dopo, Simba è diventato un giovane leone adulto e si è lasciato il passato alle spalle vivendo spensierato nella giungla. Nel frattempo Scar e le iene hanno devastato le Terre del Branco, poiché la loro caccia eccessiva, oltre all’enorme numero di iene, ha fatto fuggire le mandrie e reso le Terre del Branco una landa arida e desolata. Scar cerca di convincere Sarabi a diventare la sua compagna. Un giorno, nella giungla, Timon e Pumba vengono attaccati da una leonessa: quando il facocero sembra spacciato però interviene Simba, che affronta la leonessa e si accorge che si tratta proprio di Nala. Entrambi sono felicissimi di essersi ritrovati. Lei  riesce a convincere Simba e i due tornano nella Savana insieme a Timon e Pumba. Una volta lì, Simba e lo zio si scontrano: Scar si inerpica sulla sommità della Rupe, ma Simba lo raggiunge: lo zio, messo alle strette, implora di essere risparmiato e cerca di addossare la colpa alle iene, definendole “disgustosi spazzini”, ma Simba non gli crede e, non volendo uccidere lo zio come lui fece con Mufasa, gli ordina di scappare e non tornare mai più. Scar inizialmente si sottomette, ma poi attacca a tradimento il nipote: i due leoni combattono e alla fine Simba getta Scar nel precipizio. Esso sopravvive alla caduta, ma viene circondato dalle iene, che furiose per il suo tradimento, lo assalgono e lo divorano. Il film si conclude con la nascita del figlio di Simba e Nala. Questo film lo consiglio a tutti sia grandi che piccini, perché  molto bello e interessante.  E’ proprio da non perdere!

Letteri Flavia 2^ F