Graffiti Giornalino online | Gli spaghetti cinesi
16201
single,single-post,postid-16201,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-7.9,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive
 

Gli spaghetti cinesi

Noodles-con-verdure-5162

25 Mar Gli spaghetti cinesi

Quando si parla di cibo si deve distinguere tra tantissime varietà. Agli italiani piace il pane ottenuto con vari tipi di farine e lo usano per mangiare qualsiasi cibo. Naturalmente preparano anche altri prodotti con la farina, come la pizza, gli spaghetti, e così via. Nel cibo cinese abbiamo decine di spaghetti fatti con la farina di riso oppure con la farina di grano saraceno o con le alghe, sono chiamati noodles che possono essere anche da zuppa e mix secchi.

I noodles sono nati in Cina e sono stati fatti e mangiati per oltre 4.000 anni.

Possono essere ottenuti anche con farina di cereali o fagioli macinati e impastati con acqua, dopo di che vengono pressati, arrotolati o allungati in pezzi e poi tagliati, fatti in strisce (strette o larghe, piatte o rotonde) o piccoli pezzi usando il rotolamento, tirando e pizzicando. Infine vengono bolliti, brasati o fritti. Ci sono molti modelli e varietà, come gli spaghetti della longevità mangiati per festeggiare i compleanni e gli spaghetti fragranti. Le buone tagliatelle sono quasi sempre dolci e al dente, esaltando il sapore della pasta all’estremo.

I noodles bolliti sono i più salutari e possono ridurre notevolmente l’incidenza delle malattie gastrointestinali, rendendo il piatto uno dei più comuni in Cina. Le differenze nella preparazione, nei condimenti e nello spessore hanno portato a migliaia di varietà di noodle in tutta la Cina. Sono cucinati in modo diverso nel nord e nel sud del paese, ognuno ha le proprie caratteristiche, ci sono quelli versati nell’olio, i freddi, i noodles in agrodolce, tagliati a coltello, secchi caldi, il Ramen di Lanzhou, i noodles Dan Dan, ecc. Ci sono più modi di quanto si possa immaginare!

I fritti di Pechino, il Lanzhou Ramen di Lanzhou, i noodles freddi alla griglia di Heilongjiang, i noodles Yangchun di Shanghai… sono facili da cucinare e possono essere mangiati come pasto o come spuntino.

I cinesi mangiano i noodles alla fine di ogni banchetto di compleanno perché sono lunghi e significano una lunga vita. Nei tempi antichi, mangiare spaghetti della longevità simboleggiava la benedizione di una lunga vita per un bambino appena nato, e questa usanza è stata portata avanti.

Vengono mangiati ingoiando un intero noodle in una volta sola, e mangiare noodles della longevità non significa solo longevità, ma anche rispetto per gli anziani. Si dice che l’Imperatore Giallo divenne immortale nel solstizio d’inverno, e da allora, ogni solstizio d’inverno è stato celebrato mangiando spaghetti della longevità.

Ecco una ricetta: Dan Dan Noodles

Versare l’olio nella padella e soffriggere la carne di maiale per l’uso; sbollentare il cavolo e metterlo da parte.

Soffriggere la cipolla, lo zenzero e l’aglio nello strutto, aggiungere il peperoncino, i germogli di fagioli e il composto di carne, poi aggiungere il vino, la salsa di soia, l’aceto di riso e il brodo, aggiungere la pasta di sesamo e i noodles al pepe e soffriggere bene.

Far bollire l’acqua e aggiungere i noodles e cuocerli, poi pescarli e metterli in una ciotola, poi versare la marinata sui noodles, aggiungere il choy sum sbollentato e il cilantro, quindi servire.

 

Chiara Lombardi

Chu Tao Sun

III A